news

Da gennaio a marzo l’inceneritore del Gerbido ha trattato 130.434 tonnellate di rifiuti: 112.234 tonnellate di rifiuti solidi urbani e 18.200 tonnellate di rifiuti solidi assimilabili agli urbani. È quanto comunica Trm nel suo primo report trimestrale 2019.

La prestazione ambientale è stata soddisfacente visto che non si sono verificati superamenti dei limiti giornalieri delle emissioni, mentre le ore di sforamento dei limiti sono state una sola per ciascun mese del trimestre esclusivamente per la Linea 1, le altre due linee non hanno registrato ore di sforamento. A questo proposito, ricordiamo che il limite massimo di sforamenti orari è 60 ore all’anno.

La stessa Linea 1 è stata ferma una ventina di giorni tra fine febbraio e metà marzo per manutenzione programmata; per questo, rispetto alle normali ore di esercizio del mese di marzo, questa linea ha funzionato solo al 45%.

I rifiuti prodotti dall’impianto, invece, ammontano a 31.105 tonnellate nel trimestre, cioè più o meno un quarto dei rifiuti conferiti. Di questi, 46 tonnellate sono di rottame ferroso; 1.789 di Prodotti sodici residui; 2.503 di ceneri e ben 26.767 tonnellate di ceneri.

torna all'inizio del contenuto
Il sito invia cookie di profilazione per offrirti un servizio in linea con le preferenze da te manifestate nell'ambito della navigazione in rete.
Se prosegui nella navigazione selezionando un elemento del sito, acconsenti all'uso dei cookie.