news

La super consulente sui rifiuti, Mariella Maffini, è la nuova presidente di Trm ma resterà in carica fino all’approvazione del bilancio dell’anno di esercizio 2021. La Maffini è stata scelta dalla sindaca di Torino, Chiara Appendino, visto che la presidenza di Trm è una carica che, per accordi tra i soci, spetta all’Amministrazione comunale subalpina anche se questa non detiene più la maggioranza delle quote della società.

Dopo avere completato l’iter di audizione presso il Consiglio comunale e dopo la nomina in seno al consiglio di amministrazione avvenuta lo scorso 16 dicembre, la Maffini completa, quindi, la composizione dei vertici di Trm dopo 14 mesi dalle dimissioni di Renato Boero.

Il consiglio di amministrazione di Trm, oltre alla Maffini è composto dall’amministratore delegato Claudio Mazzari e dai consiglieri Mario Corsato, Mauro Pergetti, Stefania Sabatino.

La Maffini è uno dei nomi noti del management ambientale. Ha lavorato negli staff di Bertolaso e De Gennaro per l’emergenza rifiuti in Campania, ha ricoperto diverse cariche amministrative, coordinatrice della Rete dei Comuni siti di interesse nazionale per le bonifiche è stata anche nominata a capo della struttura dell’assessorato all’Ambiente della Calabria, con il colonnello Sergio De Caprio (il Capitano Ultimo). In precedenza era stata a Roma, a capo dello staff dell’assessora della giunta Raggi, Pinuccia Montanari poi dimessasi in polemica per la mancata approvazione del bilancio di Ama.

«Mi fa piacere – commenta la presidente del Comitato locale di controllo, Barbara Azzarà - che la sindaca Chiara Appendino abbia scelto una donna di grande competenza nel ciclo dei rifiuti che si è occupata di importanti dossier ambientali. Sono sicura che la nomina di Mariella Maffini sarà garanzia ulteriore per un rapporto trasparente e collaborativo con il Comitato locale di controllo».

Mariella Maffini
torna all'inizio del contenuto