news

L'emergenza coronavirus porta anche la sospenzione del progetto Spott 2, il monitoraggio sulla salute della popolazione dell'area dell'inceneritore. La coordinatrice del progetto, Cristiana Ivaldi di Arpa ha comunicato al Comitato locale di controllo, alla Città metropolitana, alle Asl, All'Izsto e ai sindaci il rinvio delle nuove attività con il probabile slittamento di sei mesi per la conclusione del progetto rispetto alla prima ipotesi.

La seconda fase del progetto di sorveglianza sanitaria, ribattezzato Spott 2, era diventata operativa con l'inizio del 2020 con l'avvio delle procedure preliminari. Ora, pur con tutte le incertezze di questa fase dell'emergenza Covid-19, si può ipotizzare una piena operatività delle attività del progetto solo nel 2021.

torna all'inizio del contenuto